Provvedimento regionale n 8-912 dell’ 11.01.2020 – Recupero giornate di caccia programmata al cinghiale non fruite

Si comunica che la Giunta regionale con provvedimento n 8-912 dell’ 11.01.2020 ha deliberato:

– di stabilire, ad integrazione dell’allegato A della DGR n.5-42 del 05 luglio 2019 e nel rispetto dei limiti di cui all’articolo 18 della legge 157/1992, di posticipare l’attività venatoria alla specie cinghiale in forma programmata sino al 30 gennaio 2020 in tutti gli Ambiti Territoriali di Caccia (ATC) e Comprensori Alpini (CA) interessati dal fenomeno alluvionale, di cui alle ordinanze della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 615 del 16 novembre 2019 e n. 622 del 17 dicembre 2019, comprese le aziende agri-turistico-venatorie (AATV) e faunistico-venatorie (AFV);

– di stabilire che spetterà ai Comitati di gestione degli ATC e CA nonché ai Concessionari delle AATV e AFV, previa verifica del numero delle giornate non utilizzate da parte dei cacciatori nei periodi indicati, autorizzarne il relativo recupero;

– di stabilire che i Comitati di gestione degli ATC e CA nonché i Concessionari delle AATV e AFV che intendono recuperare le giornate di caccia al cinghiale in forma programmata perse durante i periodi sopraindicati devono darne previa comunicazione al Settore Infrastrutture, territorio rurale, calamità naturali in agricoltura, caccia e pesca, con indicazione delle giornate in cui verrà effettuato il recupero;

– di stabilire che il presente provvedimento produce i suoi effetti il giorno successivo alla sua approvazione, previa tempestiva comunicazione ad opera del Settore competente, anche tramite pubblicazione sul sito istituzionale.